Il Palazzo dei Giganti

L’edificio noto come il in via XX settembre fu costruito nel 1896 dall’architetto e dall’ingegner Fuselli.

Tratto distintivo dell’edificio è costituito dalle otto statue di enormi telamoni o Atlanteani che fungono da colonne, tenendo la cornice sulle spalle.

I giganti sembrano davvero reggere con forza e fermezza il peso dell’edificio mentre i loro muscoli esprimono tensione e i volti non tradiscono fatica.

Autore di tale maestosa meraviglia è stato lo scultore Vincenzo Michelangelo “Michele” Sansebastiano.

Il Palazzo dei Giganti, oltre che per la bellezza delle sue decorazioni e architetture, è anche ricordato per essere stato il primo edificio a costruito con cemento armato.

Bellezza…

In copertina una delle quattro coppie di giganti. Foto di Bruno Evrinetti.

… Quando c’era via Giulia

Quando il barone Podestà sindaco di non aveva ancora nemmeno immaginato la futura Via XX settembre da lui nel 1892, contro tutto e tutti, fortemente voluta.

Quando la strada che partiva da Porta Pila si chiamava Via della Consolazione dal nome dell’attigua omonima chiesa.

Quando il tratto successivo che iniziava dal e terminava a piazza San Domenico (odierna De Ferrari) si chiamava ancora Via Giulia.

Via XX Settembre

Porticati a bande bianco nere in omaggio agli antichi fasti della Repubblica ed eleganti palazzi in stile liberty sono solo alcuni dei molteplici aspetti presenti in Via XX Settembre. La strada venne costruita per volere del sindaco Podestà e realizzata dall’architetto Cesare Gamba fra il 1892 e il 1896 sui precedenti tracciati di e della Consolazione.

“Porticati di Via XX”. Foto di Caterina Lazzaro.

Bellezza…