Edicola di casa Massuccone

In al civ. n. 1 la scenografica edicola della Madonna Assunta. Il tempio di forma neoclassica è del XVIII-XIX sec. La statua invece è anteriore del XVII-XVIII sec. Un chiaro omaggio all’Assunta del Puget della ex chiesa dell’Albergo dei Poveri. Due cariatidi femminili sorreggono il timpano triangolare. La statua che rappresenta la Vergine posta su una nuvola con angeli e cherubini è protetta da un vetro. Una raggiera le incornicia la testa. Alla base portava in origine l’epigrafe: “HORNATUS HIC / Et PIETATE  Et PLACIDO / Et Ad BENEPLACITUM ILL. DD. COMIS. 1852”.

L’edificio, detto casa Massuccone, venne progettato dopo il 1776 da un giovanissimo emergente architetto, Carlo Barabino. Sul trave del portale marmoreo con semicolonne doriche l’epigrafe: “Animus Aequus Satis”.

Edicole e Portali

"L'Adorazione segreta"...

"L'Adorazione segreta"...

In Vico dei Carmagnola, dal nome dell'illustre famiglia piemontese trasferitasi nella zona attorno alla...
"L'Edicola dei Beccai"...

"L'Edicola dei Beccai"...

Spesso ho parlato delle votive perché costituiscono, per lo meno nella loro spontanea e sincera ...
"L'Edicola del Doge"...

"L'Edicola del Doge"...

Proprio davanti a Palazzo Tursi, in Vico Boccanegra sul lato a ponente di Palazzo Rosso, si trova...
"La Madonna imprigionata"...

"La Madonna imprigionata"...

In Piazza del Ferro, all’angolo con Vico Spada, sul retro del palazzo di Pantaleo Spinola (Via Garibaldi 2...
Edicola dei Portantini

Edicola dei Portantini

In Piazza San Luca si nota la maestosa settecentesca edicola della Madonna col Bambino e i Santi commissionata...
Edicola della Madonna Assunta

Edicola della Madonna Assunta

In Via Bensa al civ. n. 2 sul prospetto del Palazzo di Giacomo Lomellino si può ammirare a settecentesca ...
Edicola della Madre di Dio

Edicola della Madre di Dio

In Via Madre di Dio sul pilone di ponente del ponte di Carignano a fianco dell'ex chiesa, oggi succursale...
Edicola delle Cinque Lampadi

Edicola delle Cinque Lampadi

Al civ. 11 r. di Vico Cinque Lampadi, protetta da un'elaborata grata in ferro battuto, si trova una delle...
Edicola di Campo Pisano 12

Edicola di Campo Pisano 12

In Via Campo Pisano 12 all'interno di un tabernacolo rosso vivo il dipinto, ormai illeggibile, di Madonna...
Edicola di casa Massuccone

Edicola di casa Massuccone

In al civ. n. 1 la scenografica edicola della Madonna Assunta. Il tempio di forma...
Edicola di Piazza Fossatello

Edicola di Piazza Fossatello

"È il culto dei devoti che rende un tempio un luogo sacro vivo. La deità nel tempio è so...
Edicola di Ponte Reale

Edicola di Ponte Reale

All'angolo fra Via al Ponte Reale e  Vico Denegri si staglia la settecentesca edicola barocca intitolata ...
Edicola di San Donato

Edicola di San Donato

Sul muro laterale verso Stradone S. Agostino della chiesa di San Donato domina l'edicola della Madonna...
Edicola di San Giovanni Battista e Santa Caterina

Edicola di San Giovanni Battista e Santa Caterina

All'angolo fra Vico Cinque Lampadi e Vico del Filo la settecentesca edicola di San Giovanni Battista...
Edicola di San Giovanni in S. Croce

Edicola di San Giovanni in S. Croce

La settecentesca edicola in Piazza S. Croce presenta un tempietto in marmi policromi con semi colonne...
Edicola di Sant'Antonio

Edicola di Sant'Antonio

All'angolo fra Via degli Orefici e Via dei Conservatori del Mare si può ammirare la grande edicola del ...
Edicola di Vico San Pietro della Porta

Edicola di Vico San Pietro della Porta

In Vico San Pietro della Porta all'angolo con Via dei Conservatori del Mare si trova l'edicola del XVIII...
Edicola in Piazza Santa Brigida

Edicola in Piazza Santa Brigida

In Piazza Truogoli di Santa Brigida si trova l'edicola di Madonna col Bambino e San Giovannino. Il tabernacolo...
Edicola in Via San Luca

Edicola in Via San Luca

La statua della Vergine che reca in braccio il Bambinello, per altro mutilo di un braccio, è di pregevole ...
Edicola sotto Porta Soprana

Edicola sotto Porta Soprana

Sotto la torre nord di Porta Soprana è affissa l'edicola della Madonna della Guardia datata XVII - ...
Edicola sul Palazzo del Millo

Edicola sul Palazzo del Millo

Sul lato mare dell'edificio del Millo si trova la settecentesca Madonna della Città col Bambino, San ...
Edicola sulla Turris Matonorum

Edicola sulla Turris Matonorum

Sul lato di Salita del Prione, impossibile non notare la grande edicola barocca del sec. XVII – XVII, u...
Edicola Via Chiossone 14

Edicola Via Chiossone 14

Via David Chiossone deve il suo nome al medico e scrittore genovese fondatore del celebre istituto per...
Edicola Vico Giannini 11

Edicola Vico Giannini 11

Il toponimo del caruggio trae origine dalla famiglia Giannini originaria di Favale di Malvaro nell'entroterra...
Edicola Vico Salvaghi

Edicola Vico Salvaghi

All'angolo fra Vico Salvaghi e Vico Gattagà si può ammirare la settecentesca edicola della Madonna c...
Edicola Vico Sauli 9

Edicola Vico Sauli 9

In Vico Sauli dal nome della famiglia originaria di Sori al civ. n. 9 si trova la secentesca edicola...
Edicole e parëgua

Edicole e parëgua

  Protagonisti certo sembrano i colorati ombrellini che ...
Il Battista in Vico Gattilusio

Il Battista in Vico Gattilusio

In Via Ravecca , all'angolo con Vico Gattilusio, l'edicola in primo piano è quella secentesca di San ...
In Vico del Papa

In Vico del Papa

Il toponimo di Vico del Papa non è riferito al Pontefice ma trae origine dal nome di un'antica taverna ...
L'Adorazione dei Magi... Il Presepe di Via degli Orefici...

L'Adorazione dei Magi... Il Presepe di Via degli Orefici...

... un sovrapporta davvero speciale... In Via degli Orefici, poco distante dalla celebre Edicola con...
La Madonna degli Afflitti

La Madonna degli Afflitti

All'angolo fra Via Giustiniani 29r e Via Chiabrera 19r è incastonata l'edicola della Madonna degli Afflitti. ...
La Madonna del Cardellino

La Madonna del Cardellino

In Via Fossatello all'angolo con Vico S. Pancrazio fa bella mostra di sé una secentesca Madonna col ...
La Madonna del Galeotto...

La Madonna del Galeotto...

Le edicole votive nel centro storico costituiscono una preziosa istantanea non solo architettonica e...
La Madonna del pluviale...

La Madonna del pluviale...

Collocata all’altezza del secondo piano del civ. n. 26 di si trova un edicola del XIV s...
La Madonna di Vico delle Mele 6

La Madonna di Vico delle Mele 6

Al civ. n. 6 si trova il Palazzo Brancaleone Grillo  conosciuto anche, dal nome dei successivi proprietari, c...
La Protettrice della città...

La Protettrice della città...

Questa, per dimensioni ed importanza, poderosa edicola della “Protettrice della città” realizzata dai ...
La Vergine Regina nella Cappella del Doge

La Vergine Regina nella Cappella del Doge

Dietro l'altare della cappella del Doge di Palazzo Ducale si trova, protetta da una teca e illuminata...
Madonna Assunta di Palazzo S. Giorgio

Madonna Assunta di Palazzo S. Giorgio

Sul retro di Palazzo di San Giorgio nella parte verso Piazza della Raibetta si trova l'edicola della...
Madonna col Bambino in Piazza Fossatello 3

Madonna col Bambino in Piazza Fossatello 3

Al civ. n 3 di Piazza Fossatello si trova la Madonna col Bambino conservata all'interno di un tradizionale...
Madonna del Carmine

Madonna del Carmine

Sarà per via del meraviglioso colore turchese che domina la scena ma l'edicola della Madonna del Carmine, ...
Madonna del Loreto in Via Garibaldi 1

Madonna del Loreto in Via Garibaldi 1

In Via Garibaldi n. 1 accanto al portone di Palazzo Agostino Pallavicino si trova il sontuoso tabernacolo...
Madonna della Misericordia in San Lorenzo

Madonna della Misericordia in San Lorenzo

Sorveglia l'abside destro della Cattedrale verso Via San Lorenzo l'edicola della Madonna della Misericordia...
Madonna della Misericordia in Scurreria

Madonna della Misericordia in Scurreria

In Via Scurreria al civ. n. 6, la Madonna della Misericordia, un'edicola in marmo bianco, a forma di...
Madonna della Misericordia in Scurreria

Madonna della Misericordia in Scurreria

All'angolo fra Via Tommaso Reggio e Scurreria la Vecchia si trova l'edicola barocca della Madonna della...
Madonna di Città di Palazzo Rosso

Madonna di Città di Palazzo Rosso

Nel lato destro del cortile di Palazzo Rosso è posta una Madonna di Città assisa in trono con il Bambinello i...
Madonna Immacolata in Campetto

Madonna Immacolata in Campetto

All’angolo con Campetto  s’incontra un’immagine della Madonna dell’Immacolata Concezione del XVII sec....
Madonne di conchiglie...

Madonne di conchiglie...

Gli approdi della nostra regione sono costellati di spontanee edicole, sorte a ringraziamento per il...
Portale delle Grazie 48r

Portale delle Grazie 48r

In Via delle Grazie il portone del civ. 48r un tempo costituiva l'ingresso del Palazzo Adorno al  civ. ...
Portale di Palazzo Cattaneo

Portale di Palazzo Cattaneo

La paternità del cinquecentesco portale di Palazzo Cattaneo in Piazza Grillo 1 è incerta. Per alcuni s...
Portale di Palazzo Giovanni Garibaldi

Portale di Palazzo Giovanni Garibaldi

Portale in pietra nera il cui cartiglio recita "Pax huic domui" e relativo loggiato con monumentale scalone...
Portale di Piazza Cattaneo 25

Portale di Piazza Cattaneo 25

Da sempre per i genovesi questo spettacolare portale di Piazza Cattaneo 25 rimanda al negozio di colori...
Portale di Piazza della Lepre 9

Portale di Piazza della Lepre 9

Il Portale di Piazza della Lepre n. 9 del Palazzo Grimaldi già Di Negro del XVI sec. risulta molto ...
Portale di S. Croce

Portale di S. Croce

In Via Santa Croce, vicino al sito dove sorgeva l'omonima Porta, fa bella mostra di sé questo portale ...
Portale di S. Giorgio in San Siro

Portale di S. Giorgio in San Siro

In Via San Siro al n. 6 r il cinquecentesco portale di San Giorgio che uccide il drago rappresentato...
Portale di San Giorgio In Via Prè...

Portale di San Giorgio In Via Prè...

Al civ. 68 di Via Prè si trova un quattrocentesco portale di San Giorgio che uccide il drago in ...
Portale di San Giovanni Battista

Portale di San Giovanni Battista

All’angolo con Vico San Sepolcro l'antico portale in pietra nera di promontorio che rappresenta il B...
Portale in Vico della Posta Vecchia

Portale in Vico della Posta Vecchia

Città scavata nella roccia con pavimentazioni in porfido e abbondanza di in pietra: queste le ...
Portale Palazzo Pinelli in Via San Siro 2

Portale Palazzo Pinelli in Via San Siro 2

Il Portale del Palazzo Castellino Pinelli del civ. n. 2 di Via San Siro è in pietra nera di Promontorio. ...
Portale Via Fossatello 2

Portale Via Fossatello 2

Purtroppo il cinquecentesco portale del civ. n. 2 di Via Fossatello risulta in pessimo stato di conservazione....
S. Giorgio di Piazza Cattaneo

S. Giorgio di Piazza Cattaneo

Il sovrapporta di San Giorgio che sconfigge il drago di Piazza Cattaneo 29r presenta una curiosa variabile...
San Giorgio di Via Luccoli 14

San Giorgio di Via Luccoli 14

Superbo marmoreo portale tardo quattrocentesco con San Giorgio che uccide il drago in Via Luccoli n....
San Giorgio e il drago in Piazza San Cosimo 2

San Giorgio e il drago in Piazza San Cosimo 2

Il portone che funge oggi da ingresso alla trattoria della Mandragola n Piazza San Cosimo n. 2r è sormontato ...
Sant'Antonio in Vico delle Erbe angolo Vico Notari

Sant'Antonio in Vico delle Erbe angolo Vico Notari

In Vico delle Erbe , all'angolo con Vico Notari , è possibile ammirare la settecentesca edicola dedicata ...
Storia di due strepitosi portali...

Storia di due strepitosi portali...

... di S. Giorgio... Per alcuni opera di Giovanni Gagini, per altri di Pace, in Vico Indoratori...
Storia di una Madonna infreddolita...

Storia di una Madonna infreddolita...

e... dimenticata In Vico della Neve, fino alla fine dell'800, si trovavano le botteghe che vendevano...

La Madonna del Cardellino

In Via Fossatello all’angolo con Vico S. Pancrazio fa bella mostra di sé una secentesca Madonna col Bambino. Si tratta di uno splendido dipinto ad olio su ardesia di anonimo autore noto come . Quello visibile nell’edicola è una copia poiché il prezioso originale è custodito presso il Museo di S. Agostino.

“Dettaglio dell’imponente baldacchino”.

Il quadro incorniciato fra due colonne marmoree in singolare pietra verde della Val Polcevera è sovrastato da un sontuoso baldacchino di ardesia che protegge lo stucco con i cherubini e il Padre Eterno Benedicente.

 

Madonna del Carmine

Sarà per via del meraviglioso colore turchese che domina la scena ma l’edicola della Madonna del Carmine, all’angolo fra Vico Superiore del Ferro e Vico Speranza, è una delle mie preferite.

La marmorea edicola presenta infatti un sontuoso baldacchino a drappi in stucco dipinto in blu e ocra.

Purtroppo la statua originale, andata perduta, è stata sostituita con un’anonimo e insipido simulacro di recente fattura.

Ai lati della nicchia due teste di cherubini sorreggono il timpano.

Alla base l’epigrafe recita:

“Ave Maria / Aera Habintantium / in Hoc Viculo / 1789.

La Madonna del pluviale…

Collocata all’altezza del secondo piano del civ. n. 26 di Via Luccoli si trova un edicola del XIV sec. della Madonna col Bambino, San Giovanni Battista e San Michele Arcangelo, una delle poche in stile gotico della città. Fin qui nulla di strano –direte voi- una delle tante edicole sparse per i caruggi. Peccato che il muro al quale si appoggi risulti sommariamente intonacato e la statua,  infastidita da una sbatacchiante persiana, sia affiancata da un orrendo tubo di raccolta delle acque piovane. Per questo l’ho amaramente ribattezzata “la ”.

La particolarità di quest’immagine sta nel fatto che non è, come di solito avviene, contenuta in un tempietto, bensì concepita come un trittico di una pala: al centro la statua della Vergine con il bambinello mentre , ai lati, sotto due cuspidi coniche , i santi Giovanni Battista e Michele con quest’ultimo che calpesta il drago.

Alla base una grottesca rappresentazione della natura umana.

La Protettrice della città…

Questa, per dimensioni ed importanza, poderosa edicola della “Protettrice della città” realizzata dai fratelli Orsolino venne collocata sulla Porta di Ponte Spinola nel 1745 per sorvegliare i traffici marittimi. La Madonna Regina è rappresentata seduta con in braccio il Bambino. In origine le due figure erano ornate dalle corone e la Vergine, con la mano destra, impugnava lo scettro del potere dogale. Nel 1840, per volontà del re sabaudo Carlo Alberto, venne trasferita in una nicchia ricavata, in corrispondenza di Piazza dello Statuto, sotto il muro di confine di Palazzo Reale. Oggi è protetta da una porta in ferro con tanto di vetro antisfondamento, purtroppo già scheggiato e da un cancelletto. Il grande basamento su cui è posta reca, ormai abrasa, la scritta che testimonia il trasferimento della statua.

Un’altra statua della , sempre opera di Tommaso Orsolino si trovava nei pressi di Porta Reale e venne trasferita, in seguito ai lavori di demolizione del varco resisi necessari per il tracciamento della nuova via Carlo Alberto, nello spiazzo antistante la chiesa dei Cappuccini, meglio nota come “Madonna della SS. Concezione”.

img_20161102_173100
“Un mazzo di fiori avvizzito davanti al vetro venato e scheggiato che custodisce la statua”.

Un tempo oggetto di preghiera da parte dei camalli del porto oggi è LEI a supplicare assistenza agli Enti Pubblici che l’hanno lasciata esposta agli insulti e alle ingiurie degli Infedeli e all’indifferenza dei passanti.

Un altro piccolo esempio dell’incuria e del degrado dei nostri monumenti e della scarsa attenzione per la nostra storia. Questi sono il rispetto e l’importanza che accordiamo al nostro passato e il disamore per la nostra città che trasmettiamo ai turisti.

img_20161111_184228
“La statua della Madonna della SS. Concezione esposta nel piazzale della chiesa del e dei Cappuccini”.
ponte-reale
“La statua nella sua originaria collocazione accanto alla Porta di Ponte Reale. Poggia su un basamento di teste di cherubini da cui spunta una mezzaluna. Nella mano destra impugna lo scettro mentre, nella mano sinistra regge il Bambinello con in mano il globo”.

Dicevano gli antichi “più una civiltà si prende cura dei propri monumenti e della propria cultura, tanto più radioso sarà il suo approccio al futuro”.

 

Storia di una Madonna infreddolita…

e… dimenticata
In Vico della Neve, fino alla fine dell’800, si trovavano le botteghe che vendevano ghiaccio e neve necessari per la conservazione degli alimenti.
Venivano prodotti dalle neviere ricavate nei pressi del Forte Diamante.

“S’intravedono ancora i vivaci colori del giallo ocra dell’edicola e l’azzurro intenso del tabernacolo. Sotto la statua, sul , portale, il trigramma di Cristo con corona”. Foto di Giovanni Caciagli.

Come ogni mestiere o corporazione che si rispetti anche questi artigiani eressero la loro edicola intitolandola alla Madonna Regina e al Bambinello. Realizzata in stucco nel XVIII sec. oggi,  purtroppo, giace mutilata e trascurata, dimenticata da tutti nel più imbarazzante degrado.
La Madonna della Neve, questo il suo nome, ha sopportato il freddo delle neviere ma non quello dell’indifferenza.