La Sacra Famiglia in Vico Droghieri

In quello che, come ci ricorda il toponimo, era la zona dove si potevano trovare tutte le spezie del globo terracqueo s’incontra Vico dei Droghieri. Qui, all’angolo con Vico Porta Nuova, si può ammirare una delle edicole più eleganti ed emozionanti allo stesso tempo.

Si tratta del calco della Sacra Famiglia del XVII – XVIII sec. attribuita a che rappresenta in un grazioso medaglione marmoreo il Bambinello fra le braccia della Vergine e San Giuseppe che porge dei frutti.

Colpisce lo sguardo dolce di madre di Maria rivolto a Gesù che sembra un bambino qualsiasi fra le braccia della mamma mentre riceve i frutti dalle mani del premuroso Giuseppe.

Padre e figlio si scambiano complici occhiate e questo gioco di sguardi conferisce alla scena delicatezza e una nota di commovente intimità.

Un vero e proprio capolavoro in cui i personaggi del bassorilievo sembrano, sporgendosi dall’ovale, venirci incontro.

Madonna col Bambino e San Giovannino in Via della Maddalena

In Via della Maddalena all’esterno della chiesa si trova l’edicola della Madonna col Bambino del sec. XVII – XVIII.

Il tempietto marmoreo è in stile classico con colonne lineari e timpano curvo e spezzato la cui cornice è stata restaurata nel 2009 – 2010.

Il dipinto originale è scomparso ed è stato sostituito – come ci ricorda la sottostante targhetta – nel 2011 – 2012 con una splendida Madonna col Bambino e San Giovannino ad olio su ardesia opera di Luca Orecchia in collaborazione con l’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Edicola in Canneto il Lungo 13

In Canneto il Lungo all’altezza del civ. n. 13 incastonata nel timpano spezzato del portale si trova la settecentesca edicola della Madonna dell’Immacolata Concezione.

Si tratta di un elegante medaglione marmoreo con rappresentata in rilievo la Vergine. Un piccolo capolavoro in cui le vesti della protagonista sono mosse dal vento mentre dal mantello spunta un angioletto.

La Madonna con il piede schiaccia l’insidioso serpente mentre sullo sfondo tre angioletti sulle nuvole osservano la scena.

L’ovale abbellito da riccioli e ghirlande floreali è sormontato dalla Corona regale.

Sotto il medaglione recita l’epigrafe:

Ipsa Conteret Caput Tuum / Gen . Cap.3.

San Giovanni, le Due Marie e la Madonna del Loreto

In Via della Maddalena sull’abside dell’omonima chiesa è incastonata la settecentesca  Battista. Talmente maestosa che gli storici dell’arte ipotizzano essere la parte superiore di un altare traslocato qui da qualche altro edificio religioso sconsacrato o demolito.

Protagonista è la statua del santo attorniata dalle Due Marie. Al centro del timpano spezzato la Madonna del Loreto con ai lati due putti in adorazione.

Madonna dell’Immacolata Porta Soprana 19

L’edicola posta al civ. n. 19 di Porta Soprana, datata XVII – XVIII sec. è intitolata alla Madonna Immacolata.

Un dissacrante tubo di gronda svolta appena in tempo prima di deturpare il tempio e ne asseconda il profilo.

L’edicola si fa notare sia per il candore del marmo che per l’eleganza della sua nicchia con cornice decorata a motivo floreale.