Storia di una corona, di due Grifoni…

"L'antico simbolo della Repubblica marinara".
"Stemma della città di Genova".
“Stemma della città di ”.

di un , di una Regina, di una croce invincibile e di un rostro…

1) In piccolo, sopra la , Giano bifronte principe troiano, leggendario fondatore della città.
2) La Corona, prima simbolo del potere dogale, poi di quello regale della Madonna, eletta nel 1637 Regina di Genova.

3) I Grifoni, adottati nel 1248 allorché i nostri avi sconfissero l’arroganza imperiale tedesca e la spavalderia pisana, significano orgoglio coraggio e libertà.

4) La Croce di S. Giorgio a perenne ricordo della conquista di Gerusalemme e relativa liberazione del Santo Sepolcro ad opera dei crociati guidati dall’Embriaco che divennero poi i famosi Templari.

5) Il rostro a forma di testa di cinghiale di una nave romana rinvenuto nel porto nel ‘600, simbolo dell’antica e gloriosa vocazione marittima della città.
"Stemma abraso presente sul pavimento della chiesa di Zoagli".
“Stemma abraso presente sul pavimento della chiesa di Zoagli”.
Nello stemma sono quindi riassunti i simboli millenari di un Popolo.
 

6 pensieri riguardo “Storia di una corona, di due Grifoni…”

  1. Credo per vivere piu responsabilmente dobbiamo conoscere il nostro trascorso. Il “distruggere mattoni” fondamentali che testimoniano la vita di una comunità è un delitto che “irresponsabilmente ci macchiamo nei tempi”.

  2. Nella interessante esposizione manca la descrizione e motivazione sulla posizione della coda dei Grifoni

    1. Ciao Fernando, se ti riferisci alla posizione delle code alzate o meno in relazione alla dominazione sabauda, studi recenti ne hanno smentito la teoria. Nel corso dei secoli, infatti, lo stemma ha subito diverse evoluzioni, corsi e ricorsi. La coda abbassata è presente anche in periodi antecedenti il periodo piemontese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *