Storia di un Parco e dei suoi illustri visitatori…

"Il Parco quando occupava le attuali zone di Corso Podestà e di Piazza Corvetto"
Genova-Acquasola-gioco_del_pallone-XIX_secolo
“Gioco del pallone sui bastioni dell’Acquasola, secolo XIX”.

 

Anticamente percorrendo l’attuale Via Luccoli (dal latino “luculus” bosco sacro) si raggiungeva il tempio intitolato agli dei pagani Acca (luna) e Solis ( sole).
Da qui il nome Acquasola.
A metà del ‘500, munito dall’omonima porta, in seguito al potenziamento della cinta muraria voluta dall’Amm. Andrea  Doria, il luogo venne utilizzato per raccogliere i detriti derivati dalla costruzione della Strada Nuova (attuale Via Garibaldi) e, per questo, chiamato “i Muggi”.
In seguito, l’area compresa fra Piazza Corvetto e i bastioni cinquecenteschi, venne utilizzata come parco pubblico fino al 1657, anno di una terribile peste, quando fu convertito in cimitero.
Le catacombe sono ancora presenti più o meno nel tratto compreso fra i laghetti dei cigni (che pare verranno ripristinati) e il complesso di S. Stefano.
Opportunamente abbellito e ampliato, sul finire del ‘700, diventa meta della noblesse ospite in città….
"Dame a passeggio".
“Dame a passeggio”.

Fra gli altri Gustav Re di Svezia, il Principe di Condè, l’Imperatore d’Austria, i reali britannici e gli Arciduchi milanesi. 

Nell’800 il Parco raggiunse il massimo splendore al punto di conquistarsi il nome di un Viale di Mosca.

Nella speranza che, dopo la recente inaugurazione, ritrovi se non gli antichi fasti, almeno il perduto decoro degli anni ’70, quando era meta domenicale delle famiglie…

 

 

3 pensieri riguardo “Storia di un Parco e dei suoi illustri visitatori…”

  1. Bella la storia dell’Acquasola,io ci portavo i miei figli quando erano piccoli.Credevo che i morti di peste fossero sepolti nel bastione.

  2. Quante volte sono andata a giocare li da bambina. .mi piaceva arrampicarmi sui giochi di ferro che c’erano. .non sanno i bambini di oggi. .il divertimento di arrivare in cima. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *