Storia di un Grifone…

"Sigillo genovese, raffigurante il Grifone mentre artiglia la volpe e l'aquila". Foto di Franco Risso.
anzi due…
Le origini di questo animale si perdono nella notte dei tempi: anticamente infatti custodivano miniere d’oro, oro con il quale costruivano nidi dove covare uova di smeraldo ed erano sacri al Sole.
Nella Roma augustea il Grifone, divenuto protettore dell’Impero, simboleggiava coraggio, forza e vigilanza.

Nel mondo cristiano rappresentava Cristo trionfante sui demoni; metà aquila, metà leone, con orecchie da cavallo il Grifone incarnava la potenza in cielo e la forza in terra.

“Peso con l’effige dei due che reggono lo scudo coronato”. Foto di Franco Risso.
Quando nel 1248 riuscì a sconfiggere i di Federico II e i suoi alleati da terra e i pisani dal mare, rispolverò con orgoglio l’antico stendardo, in vigore dal 1193,  del Grifone nell’atto di artigliare l’Aquila (simbolo dell’Impero tedesco) e la Volpe (simbolo di Pisa), unito al motto:
“Griphus ut has angit sic Ianua hostes frangit.
“Come il Grifone artiglia queste, così Genova distrugge i nemici”.
Nel 1580 i Grifoni divennero due, posti a sorreggere lo scudo di S. Giorgio a protezione della città.
Ecco cosa rappresentano i Grifoni per Genova, quasi ottocento anni di storia, orgoglio, coraggio e LIBERTÀ.

8 pensieri riguardo “Storia di un Grifone…”

  1. Bella la descrizione del perché ci sono i grifoni nello stemma di Genova e il loro significato sarà sempre valido per la nostra città e per i genovesi .

    1. .. e pensare che in molti lo associano solo,e per questo lo denigrano, al Genoa calcio… quando invece dietro c’è tanta storia e coraggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *