Quando in Corso Europa

Due carabinieri salutano il corteo di auto delle autorità aperto da sei vigili motociclisti.

Quando nel 1959 venne inaugurato il primo dei quattro tratti della strada pedemontana che partiva da e terminava in via Isonzo.

Gli altri tre lotti di Corso Europa furono infatti costruiti successivamente: il secondo lotto terminava a all’altezza di via Pianelletti nel 1961; il terzo all’altezza della stazione ferroviaria di via Filzi a Quinto, nel 1963; il quarto fino a via Santorre di Santarosa con relativo svincolo per via Oberdan a Nervi, nel 1964.

In tutto 6,5 km si super strada per collegare il centro con il levante cittadino.

Un commento su “Quando in Corso Europa”

  1. Doveva essere strada veloce. E i palazzi non
    Dovevano essere costruiti con il portone sul retro e non su la strada….. Bustarellone e corruzione hanno fatto il resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.