Ti porto a Genova

"Le torri di Porta Soprana svettano fra le bifore del chiostro di S. Andrea". Foto di Flavio Tedesco.

Medioevo era triste, solo e dimenticato perché tutti lo avevano tacciato di essere tenebroso. Persino il Tempo si era preoccupato vedendolo così abbacchiato.

Che succede chiese “Cronos”?

“Potessi tornare indietro almeno un giorno all’epoca in cui non ero ancora stato mistificato e, alla luce del sole, regnava la grande bellezza …”

“Vieni con me – disse il Tempo – ti porto a !”.

“Tu, Regina del ciel, ch’ a noi ti mostri | Umida i lumi e l’una e l’altra gota, | Fa di lagrime dono a gli occhi nostri, | Ed ambe l’urne in lor trasfondi e vota, | Perché, piangendo, a gli stellanti chiostri | Teco inalzi il pensier l’alma devota; | Parte del Tebro in su la verde riva | Il tuo santo dolor formi e descriva”. Cit. da “Lagrime di Maria Vergine” di Torquato Tasso (1544 – 1595).

La Grande Bellezza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.