“L’ora che volge il disio”

"Chiatta e panorami portuali all'imbrunire". Foto di Stefano Finauri

“Era già l’ora che volge il disio
ai navicanti e ‘ntenerisce il core
lo dì c’ han detto ai dolci amici addio; 
e che lo novo peregrin d’amore
punge, se ode squilla di lontano
che paia il giorno pianger che si more;”
Purgatorio, VIII, 1-6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.