… Quando a Caricamento…

"Piazza Caricamento primo decennio del Novecento". Cartolina spedita nel 1914. Cartolina tratta dal sito C'era una volta Genova.

Quando Caricamento non era stata ancora offesa dalle bombe che l’avrebbero colpita  il 22 ottobre del 1940… quando nemmeno il più scellerato dei palazzinari avrebbe potuto immaginare che, nel dopoguerra, al posto del fronte mare medievale di Sottoripa, avrebbero costruito un leviatano di cemento.

Quando la piazza voluta dai reali sabaudi fungeva da capolinea ferroviario per la tratta che collegava il porto della Superba direttamente con Torino.

“I palazzi sventrati del fronte mare dopo il bombardamento del 1940”.
“Foto delle macerie nell’immediato dopoguerra. Torre Morchi assiste sgomenta e preoccupata. I suoi vicini non ci sono più”. Archivio fotografico del Comune.

 

“La piazza a fine ‘800 con la statua di regolarmente al suo posto”. Cartolina della Collezione di Stefano Finauri.

Quando non era difficile intuire perché la piazza, centro di smistamento merci, avrebbe assunto a partire dal 1854 quel nome ma, solo dal 1893 sarebbe stata sorvegliata dalla statua di Raffaele Rubattino, l’armatore protagonista delle imprese garibaldine, eseguita dallo scultore Augusto Rivalta.

Un commento su “… Quando a Caricamento…”

  1. I bombardamenti aerei con obiettivi civili indiscriminati iniziarono il 22 ottobre.1942.Gli antifascisti davano giustificazioni tattiche ( la ferrovia,il porto,ecc) ma la verità è che Churchill volle che le città italiane subissero le stesse distruzioni cui erano soggette quelle britanniche,tanto più che Mussolini aveva avuto la pessima idea di inviare un inutile gruppo di “picchiatelli” a bombardare Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.