Edicola in Vico Gibello

In Vico Gibello all’angolo con Vico Oliva si trova sotto una minuscola nicchia con tettuccio a cono una statuetta della Madonna intenta a pregare.

Si tratta, proprio per via della sua minimale conformazione, di un’edicola diversa dalle altre di solito più opulente e imponenti.

Vico Gibello e Vico dell’Oliva hanno in comune l’origine del toponimo. Un tempo infatti questo era noto come Vico dell’Olio.

Il caruggio mutò il suo nome a metà del’800 quando si volle omaggiare la leggendaria impresa di Ansaldo e Ugo Embriaci che nel 1109, al comando di 70 galee, conquistarono la città di Gibello nella contea di Tripoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.