La splendida Genova

“Alla fine, esausti per le veglie, fradici e con le occhiaie, giunsero alla bellissima e splendida città di e qui, dopo essere sbarcati nella sua riparata e dopo aver fatto ad una chiesa, il capitano e tutta la brigata ripararono in un’osteria dove annebbiarono il ricordo di tutte le burrasche passate con il gaudeamus presente. […] Il buon Tomás ebbe modo di ammirare anche i biondi capelli delle genovesi, l’eleganza e la cortesia degli uomini, l’ammirevole bellezza della città che sembrava avere le case incastonate su per quelle rocce come diamanti nell’oro”.

Cit. Miguel de Cervantes.

Bellezza…

Le della Marina.

Foto di Leti Gagge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.