Storia di un Santuario antichissimo…

"Il Padre Santo"
"La Statua del Padre Santo".
e di un Frate speciale….
In Piazza delle Grazie, davanti all’omonimo Santuario, svetta, opera del Galletti, la statua in onore del .
Il frate cappuccino Francesco da Camporosso che si distinse in città per le sue opere misericordiose e caritatevoli.
Si spense nel 1866 mentre pregava per la sua flagellata dal colera.
Il gruppo marmoreo inaugurato nel 1963 celebra, fra i tanti, tre miracoli attribuiti al Santo.
Sono rappresentati un lavoratore portuale, un naufrago ed una madre con la figlioletta agonizzante.
L’attigua chiesa, dall’anonimo moderno aspetto, in realtà secondo la tradizione sorge sul luogo dove nel V sec d.C. approdarono i SS. Nazario e Celso, i primi predicatori del Cristianesimo in .
A questi venne intitolata la primitiva cappella che conserva ancor oggi, sita a livello del mare, la più antica cripta esistente.

Nell’undicesimo secolo, vista la sua posizione a picco sul mare, venne eletta dai marinai come meta delle loro suppliche e mutò il nome in Nostra Signora delle Grazie.

"Le Mura delle Grazie".
“Le Mura delle Grazie”.

Da qui anche il nome del sottostante tratto di Mura del tredicesimo sec.

 

Un commento su “Storia di un Santuario antichissimo…”

  1. Mia madre mi portava sempre nella chiesa del Padre Santo,io ci sono tornata pochi anni fa e non so perché mi ha fatto molta tristezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *